Garanzia

VALIDITÀ 

La presente garanzia si applica unicamente al primo proprietario della bicicletta, i cui dati sono indicati nel tagliando di garanzia allegato alla stessa. Pertanto, i diritti spettanti all’acquirente originale del prodotto non possono essere ceduti a terzi. La presente garanzia ha valore in tutto il mondo per i prodotti a marchio FixedBikeTop , acquistati direttamente o attraverso distributori ufficiali e/o rivenditori autorizzati FixedBikeTop  . Le norme di questa garanzia non invalidano i diritti del consumatore previsti dalle leggi vigenti.

Le nostre biciclette sono coperte da garanzia per un periodo di 12 mesi dall’acquisto, per il quale fa fede la data della fattura con cui il prodotto è stato spedito.
La garanzia copre i difetti di fabbricazione e gli eventuali difetti dei materiali con cui il prodotto è realizzato.
Nel caso in cui riteniate che una bicicletta FixedBike Top  sia difettosa, vi invitiamo a contattarci prima di rispedircela. Potete indirizzare la vostra richiesta al seguente indirizzo email, non oltre 60 giorni dopo aver riscontrato il difetto:
info@fixedbiketop .it

Gli articoli ritenuti difettosi devono essere spediti a FixedBikeTop  completi degli imballi originali, degli eventuali manuali d’uso e manutenzione e degli eventuali accessori presenti all’interno della confezione originale.
I prodotti ritenuti difettosi dovranno essere restituiti a FixedBikeTop  franco magazzino con spese di spedizione a carico del cliente.

ESCLUSIONI

La garanzia si ritiene annullata nel caso in cui:
-il prodotto risulti danneggiato a causa di incidenti o cattivo uso;
-venga accertata una negligenza o una manutenzione inadeguata o una causa non dovuta a difetti di materiale o di fabbricazione;
-si ravvisi una errata installazione;
-si riscontrino manutenzioni. modifiche o riparazioni operate da personale non autorizzato e/o utilizzo di ricambi non originali;
-vi siano danni da trasporto o da imballaggio inadeguato;
-vi siano danni causati da normale usura del prodotto;
La garanzia non copre i prodotti utilizzati per competizioni agonistiche.
La restituzione dei prodotti non prolunga né sospende il termine del periodo di garanzia.

Vi ricordiamo inoltre che:
La garanzia non è trasferibile e si applica solo all’acquirente originale.
La garanzia non copre le parti soggette a usura, quali copertoni e camere d’aria, pattini dei freni, corone e pignoni, cerchi, cavi e guaine e la manutenzione richiesta per la loro sostituzione.
Un documento comprovante l’acquisto del prodotto è richiesto per la validità della garanzia.
Ogni articolo riparato o sostituito in garanzia sarà coperto per un periodo pari al tempo rimanente di copertura della garanzia dell’articolo originale. Il prodotto deve sempre essere installato, riparato ed utilizzato osservando le istruzioni fornite da FixedBikeTop . La mancata osservanza delle suddette istruzioni può danneggiare il prodotto e causare seri incidenti.

RESPONSABILITÀ

FixedBikeTop  declina ogni e qualsiasi responsabilità per danni a terzi, persone, animali, cose, derivanti dall’uso improprio, irresponsabile, sconsiderato, negligente, della bicicletta. Furto, perdita, danno o rottura accidentale della bicicletta non danno diritto ad alcuna sostituzione. Qualsiasi altro risarcimento e/o danno che possa venir preso in considerazione dall’acquirente, sarà escluso da FixedBikeTop   compreso, ma non limitato a, quello derivante da danni accidentali, diretti, indiretti, fortuiti, conseguenti o risarcimenti esemplari.

FixedBikeTop   non garantisce che le informazioni contenute nel proprio sito siano conformi alla giurisdizione di ogni paese o che i prodotti esposti sul sito siano consentiti per la compravendita in tutte le giurisdizioni.

L’utilizzo su strada di biciclette è sottoposto a regolamentazioni, codici e leggi locali: le biciclette FixedBikeTop  potrebbero richiedere adattamenti ulteriori rispetto alla configurazione originale per adattarsi ad essi (ad esempio, freni; luci; meccanismi di segnalazione acustica).

FixedBike Top non si assume alcuna responsabilità nel caso in cui la dotazione di freni, luci, meccanismi di segnalazione acustica non corrispondano alle regolamentazioni locali vigenti.

AVVERTENZE PER L’UTILIZZO DELLA BICI
Le biciclette a scatto fisso, contropedale doppio freno standard assemblate su telai strada, city, corsa, vintage e mini sono prodotte per un uso prettamente stradale quindi si sconsiglia l’utilizzo su strade dissestate (ciottolato, pavè, sterrato, …) e in condizioni particolari come per esempio l’utilizzo su scalinate, la salita/discesa dai marciapiedi e ogni altro uso che non sia prettamente su strada. Inoltre si consiglia di prestare attenzione ad eventuali buche sul manto stradale
Il mancato rispetto di queste norme comporta lo scadere della garanzia.

ISTRUZIONI ASSEMBLAGGIO

Le biciclette FixedBikeTop  vengono spedite montate al 90%.

Una volta arrivata dovete prestare attenzione a togliere l’imballo e a sfilare con cura tutte le protezioni con cui abbiamo avvolto il telaio e le componenti senza utilizzare taglierini o forbici per evitare danneggiamenti.

Attrezzi necessari: set chiavi a brugola ed una chiave inglese regolabile.

1. MONTAGGIO RUOTA ANTERIORE (già montata): allentare i dadi sui due lati della ruota anteriore e posizionare la ruota nella forcella. Avvitare e stringere adeguatamente entrambi i dadi con la chiave fissa.
2. MONTAGGIO MANUBRIO: con una chiave a brugola, rimuovere dal telaio la placchetta che dovrà poi bloccare il manubrio. Inserire il manubrio e bloccarlo con la placchetta stringendo le viti con la chiave a brugola.
3. MONTAGGIO SELLINO: fissare al di sotto del sellino l’estremità del tubo sella dotata dell’apposito terminale. Inserire l’altra estremità del tubo sella nel tubo verticale del telaio e stringere la vite del collarino con una chiave a brugola. A questo punto regolare l’inclinazione della sella e stringere la vite sottostante che la blocca.
4. MONTAGGIO PEDALI: il pedale destro (riconoscibile dalla “R” per right) si avvita in senso orario come ogni comune dispositivo a vite. Invece il pedale sinistro (riconoscibile dalla “L” per left) si avvita in senso ANTIORARIO in modo che poi rimanga naturalmente serrato durante la pedalata.
MOLTO IMPORTANTE: avvitare ogni pedale ESCLUSIVAMENTE A MANO FINO IN FONDO senza usare la chiave meccanica. L’avvitamento è scorrevole; se il pedale si dovesse bloccare, significa che non si è fatta combaciare correttamente la filettatura del pedale con quella della pedivella. In questo caso: svitare interamente ed avvitare nuovamente SEMPRE SOLO A MANO.
Alla fine, ad avvitamento manuale completato FINO IN FONDO, si DEVE stringere bene con la chiave meccanica; senza forzare esageratamente. Se, PRIMA di usare la chiave, il pedale era stato avvitato a mano DAVVERO fino in fondo, quando si passa ad usare la chiave, dovrebbe rimanere da stringere, al più, un mezzo giro o, comunque, meno di un giro.

PRIMA DI USARE PER LA PRIMA VOLTA LA BICICLETTA:
– assicurarsi che i bulloni che bloccano le pedivelle al movimento centrale siano FORTEMENTE
serrati;
– verificare che la tensione del filo freno sia corretta e che i pattini in gomma siano all’altezza della
pista frenante (cioè siano sulla parte di cerchio immediatamente adiacente al copertone).
– mettere gli pneumatici in corretta pressione. Gonfiarli finché siano ben duri AL TATTO; NON è il
caso di usare manometri che, se starati e di poco valore come spesso avviene, si rivelano
semplicemente dannosi.

Bulloni e dadi devono essere serrati, ma NON FORZATI ESAGERATAMENTE.

I modelli a SCATTO FISSO sono dotati di mozzo posteriore con sistema flip-flop che consente di convertire il veicolo da scatto libero a scatto fisso semplicemente invertendo la posizione di montaggio della ruota posteriore.

ISTRUZIONI PER CONVERTIRE IN MODALITA’ SCATTO FISSO.

Attrezzi necessari: una chiave fissa n°15 ed una chiave fissa n°10.
Inoltre: un grosso cartone od un tappeto su cui appoggiare la bici.

A bici rovesciata ed appoggiata a terra su manubrio e sella:
– Svitare i piccoli dadi posti posteriormente al mozzo della ruota posteriore.
– Svitare i grossi dadi posti lateralmente che fissano il mozzo posteriore al forcellino.
– Far scorrere la ruota posteriore fino a sganciare la catena.
– Sfilare la ruota posteriore.
– Invertire i lati della ruota posteriore in modo da poter agganciare la catena al pignone fisso.
– Infilare la ruota ed agganciare la catena sul pignone fisso.
– Avvitare appena un po’ i piccoli dadi posteriormente al mozzo della ruota.

Far ruotare velocemente con la mano la ruota posteriore e mettersi, sul retro della bici, in posizione tale da poter valutare la centratura della ruota.
Per valutare al meglio la centratura, osservare su entrambi i lati come varia la distanza della ruota dai forcellini mentre essa gira velocemente.
In base a quanto si osserva, regolare la centratura agendo sui piccoli dadi posteriori al mozzo.
A ruota centrata, avvitare i grossi dadi che fissano il mozzo al forcellino; questi dadi vanno serrati BEN STRETTI.

A bici con le ruote poggiate normalmente a terra:
Puntare la bici con la ruota anteriore contro un muro e così, a bici bloccata che non possa andare avanti, con entrambe le mani agire sui pedali come per pedalare in avanti, con molta forza. In questo modo si potrà serrare il pignone fisso posteriore stringendolo ulteriormente sul mozzo, qualora già non lo fosse completamente.

UTILIZZO DELLA BICI
Le biciclette a scatto fisso, contropedale doppio freno standard assemblate su telai strada, city, corsa, vintage e mini sono prodotte per un uso prettamente stradale quindi si sconsiglia l’utilizzo su strade dissestate (ciottolato, pavè, sterrato, …) e in condizioni particolari come per esempio l’utilizzo su scalinate, la salita/discesa dai marciapiedi e ogni altro uso che non sia prettamente su strada. Inoltre si consiglia di prestare attenzione ad eventuali buche sul manto stradale
Il mancato rispetto di queste norme comporta lo scadere della garanzia.